PERSONE - POZZA MARIO - Marostica 12-02-1925 - 07-08-2009 - 05 - UN GRANDE ARTISTA - I COLLAGES

I COLLAGES  di MARIO POZZA

 

a cura di Vasco Bordignon

 

PER COMPRENDERE


Commento di Graziella Bencivenga, da “ PERCORSI “di Mario Pozza – Estrosprint, Belvedere di Tezze, marzo 2003


“Sospendendo temporaneamente l’esercizio della pittura ad olio se­condo tradizione alla quale Mario Pozza si dedica con perseveranza dagli esordi, ben imponendosi all’attenzione del pubblico e della critica, emerge un innato interesse grafico che muove l’autore ad intraprendere con genuina curiosità la sperimentazione della tecnica del collage.

Questa operazione che impiega ritagli di carta colorata dando origine a sug­gestivi moduli geometrici in continuo movimento, crea diversificate geogra­fie immaginarie e sollecita la memoria a indagare possibili configurazioni. Il cromatismo ritmico che caratterizza questi lavori, i quali lungi dall’essere mo­menti di riposo, hanno una propria autonomia, motiva intarsi particolarmen­te brillanti creando effetti simili a quelli d’iride della luce riflessa, sul vetro. Questi puzzles d’una realtà trasognata sono giustificati dalla ricerca del pittore verso la progressiva astrazione dall’immagine naturalistica coltivata invece nei lavori ad olio. Dall’indagine della realtà naturale l’autore mutua le forme elementari della linea, del piano e del colore, nonchè quei rapporti interni al­la visione che richiamano la quiete o il movimento, i rapporti simbolici e inti­mi del tonalismo coloristico. Tutto questo confluisce in composizioni dalle caleidoscopiche variazioni cromatiche. Il foglio diviene quindi il campo do­ve forme geometriche interagiscono fra loro generando moti e stasi, tensioni e distensioni e per le quali è possibile scegliere la chiave di lettura più conge­niale: lo spunto per un ricordo, paesaggi della memoria o anche un labirinto di fantasie erotiche e sensuali.

A sentire l’autore “dipingere è un tentativo di comunicare” vivendo “dentro l’anima di un mondo fantastico”. Della fantasia si può definire un simile lin­guaggio espressivo, un personale modo di fare e sentire pittura tramite una formula poetica che non è cerebralità, ma elementare risultato di una pratica volta ad esprimere, per citare nuovamente il pittore-poeta, sensazioni di “a­more, musica e poesia” mediante forme e colori.

Un laborioso e costante impegno dunque, sia nella pittura ad olio che nei collages, nel desiderio di interpretare con sincerità le potenzialità materiali e spirituali di un mondo che appunto la fantasia dell’uomo consente di riscatta­re dalle banalità del quotidiano”.


ALCUNE OPERE 

003_-_COLL_082_---_740X740_-_1990__

70x70 cm - 1990

004_-_COLL_092_---_740X740_----_1990_--_

70x70 cm - 1990

005_-_COLL_107_---_740X740_---_1990_-_

70x70 cm, 1990

008_-_COLL_229_-_740X740_--_1990_

70x70 cm, 1990

013_-_Z-COLL_-_OTTO820__---_740X740_---_1990_--_

70x70 cm - 1990 

015_-_Z-COLL_-_TREDICI825_---_740X740_--_1990_--

70x70 cm - 1990

017_-_Z-COLL_-_UNICI823__-_740X740_--_1990_-

70x70 cm - 1990

006_-_COLL_141_---_740X740_--2005_-_

70x70 cm, 2005

007_-_COLL_142---_740X740_---2005_-__

70x70 cm, 2005

009_-_COLL_280_---_740X740_---_2005

70x70 cm, 2005

016_-_Z-COLL_-_ULIM826_----_740X740_--_2005_--_

70x70 cm, 2005 

001_-_COLL_032_----_740X740_----COLLAGE_--_2006__

70x70 cm, 2006

012_-_Z-COLL_-_NOVE821_---_74X740_---_2006_--

70x70 cm, 2006

002_-_COLL_055---_740X740_--_OK_CORRETTO_-_SENZA_DATA_-_-

70x70 cm, senza data

********

pubblicato 12-01-2018