MUSSOLENTE - L'AVIAZIONE DEL GRAPPA - IL CAMPO DI AVIAZIONE DI CASONI DI MUSSOLENTE (2014)

L'AVIAZIONE DEL GRAPPA 

IL CAMPO DI AVIAZIONE DI CASONE DI MUSSOLENTE

di Renato Callegari e di Lorenzo Capovilla

Museo Laboratorio Mussolente, Brillante Cartotech di Romano d'Ezzelino, 2014, pp 81, euro 10,00.


LIBRO_-_MUSSOLENTE_campo_aviazione869


INDICE

Introduzione, pag. 2

Il Massiccio del Grappa e la nuova linea difensiva Altopiano di Asiago - Grappa - Piave, pag. 4

L'aviazione del Grappa nella Grande Guerra, pag. 18

La struttura del campo di aviazione di Casoni di Mussolente, pag. 22

L'evoluzione storica del campo di Casoni (1917-1918), pag. 30

L'aviazione austro-tedesca sul fronte del Grappa (1971-1918), pag.47

Gli aviatori del Grappa, pag. 56

Mussolente e Casoni nella Grande Guerra, pag. 60



(dal risvolto di destra ) L'idea di questa ricerca sul Campo di Aviazione dì Casoni di Mussolente ci è venuta pian piano mentre stavamo redigendo un progetto che ci era stato richiesto dall' Amministrazione Comunale di Mussolente, ancora alla fine del 2013, in vista del Centenario della Grande Guerra.

Avevamo il ricordo di alcune immagini storiche del Campo di Casoni, soprattutto di aerei che decollavano o stazionavano sul terreno in formazione.

Ma non avevamo ancora colto fino in fondo l’importanza di questa  base militare, la sua rilevanza operativa e strategica, specie dopo l’attestazione del fronte sul Massiccio del M. Grappa a partire dal novembre del 1917.

Il sopralluogo a Villa Bergamo - Comello, l'ispezione a ciò che resta del Campo e, in particolare, la scoperta delle abitazioni e delle ville destinate ad alloggio degli Ufficiali e dei Piloti (come la Villa dei nobili Caneva), ci banno permesso di cogliere in tutta la sua esemplarità lo sviluppo e il ruolo di questo impianto durante tutto il periodo della resistenza e difesa del nostro esercito sui contrafforti del Grappa.

Ci ha fatto comprendere soprattutto la funzione di sostegno e complementarietà delle squadriglie aeree di Casoni nel corso delle due ultime battaglie combattute sul Massiccio nel corso del 1918. la battaglia del Solstizio di giugno-luglio e quella offensiva e definitiva dell'ultima settimana di ottobre.

Questo volumetto si propone anche di far conoscere alla popolazione del luogo le figure dei piloti che operarono a Casoni e di cui per anni si era favoleggiato in paese.  Piloti come Silvio Scaroni, Michetti, Baracchini, fino al nostro Matteo Fabbian che si sono coperti di gloria sui cieli del Grappa in duelli arditi e rischiosi, ma anche cavallereschi ed eleganti, con gli avversari austro-tedeschi che decollavano dall’altro versante del Massiccio, in particolare dal Campo di Aviazione di Feltre.

E vuol essere il primo risultato di un progetto rievocativo che speriamo trovi compimento nelle tante iniziative che verranno programmate nei prossimi anni.

Renato Callegari        Lorenzo Capovilla