BASSANO DEL GRAPPA - MONUMENTI BASSANESI - IL MONUMENTO AI MARINAI D'ITALIA

IL MONUMENTO AI MARINAI D'ITALIA 

Via Matteotti, muro di cinta dell’ex-Palazzo Pretorio

di Vasco Bordignon 

BASSANO_-_OK_-_640_-_INSIEME_-_MONUMENTO_MARINAI_-_09-02-15_-CIMG6325

Il monumento, presente sul muro di cinta dell’ex-Palazzo Pretorio, a ridosso del monumento ad Umberto I Re d’Italia, è composto di tre parti: un’opera in bronzo di Danilo Andreose eseguita e posta in essere nel 1957, cui segue una lastra di marmo che riporta queste parole: “Per volontà del Gruppo Marinai d’Italia la Città di Bassano del Grappa questo marmo pose a devoto ricordo degli eroi caduti sul mare nella guerra 1940-1945.

Al di sotto vi sono elencati tutti i marinai bassanesi che hanno perso la vita in mare durante quella guerra.

01_-_OK_-_640_-__MON_MARINAI788

l'opera bronzea di Andreose. Ho scelto questa immagine tratta dalla sua monografia, in quanto quella che avrei dovuto farvi vedere rappresenta un monumento completamente diverso dall'originale a causa degli eventi atmosferici, dei colombi e anche dalla incuria dell'uomo, come si può intravedere dalla sovrastante immagine complessiva del monumento 

La parte bronzea, cm 68x147, è opera dell’artista scultore bassanese Danilo Andreose (1922-1987). In essa il tema commemorativo si materializza in una semplice composizione di due corpi  di marinai senza vita sospesi in un impalpabile fluido che anima la superficie metallica. I due corpi sono accostati l’uno all’atro, uno prono e l’altro supino. Le loro mani si intrecciano come in preghiera nell’ultimo comune destino. I corpi, pur  nella loro immobilità, vengono rivitalizzati nel loro viaggio dalle onde di un mare, simbolo di vita.


Possamani nell’Illustre Bassanese del 1995 dedicato all’artista così descrive questa opera:” Definirlo monumento è, invero, fuori luogo: si tratta infatti di una lastra bronzea all’esterno del Palazzo Pretorio, nella quale la figurazione commemorativa si affida ad una disadorna ed antiretorica composizione di due giovani marinai, uno supino, bocconi l’altro, galleggianti nell’impalpabile e trasparente fluido del mare leggermente increspato in cui il bronzo è stato trasformato dal sapiente e raffinato modellato pittorico.” 


FONTI DOCUMENTALI

AA.VV. Andreose scultore 1922-1987, Gilberto Padovan Editore, 1993.

L'Illustre bassanese.Danilo Andreose: scultore completo . N.33 - Gennazio 1995. Editrice Minchio Bassano.

Tosin Ilaria. Monumento ai Marinari d’Italia. In :Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa. Notiziario dell’Associazione, dicembre 2007.